Home Emilia Romagna A Ferrara il Salone Nazionale delle Sagre questo fine settimana

A Ferrara il Salone Nazionale delle Sagre questo fine settimana

106
0
CONDIVIDI

La Fiera di Ferrara si prepara alla quinta edizione del Salone Nazionale delle Sagre – Misen, dove la migliore tradizione enogastronomica italiana si offre all’assaggio del pubblico. Dopo lo straordinario successo dello scorso anno, l’11 e il 12 Aprile 2015 il Quartiere fieristico di Ferrara torna a riempirsi dei sapori di oltre cento sagre enogastronomiche provenienti da tutta la penisola, per un evento unico in Italia.

Dopo il clamoroso successo di pubblico e di espositori riscosso nel 2014 – in tre giorni, oltre ventimila visitatori e 300.000 assaggi distribuiti gratuitamente -, le nozze tra cucina di qualità e tradizione tornano a celebrarsi nei padiglioni della Fiera di Ferrara, dove Sabato 11 e Domenica 12 Aprile si tiene la quinta edizione del Salone Nazionale delle Sagre – Misen.
Organizzato da Ferrara Fiere Congressi e dall’Associazione Turistica Sagre e Dintorni, il Salone è l’unico evento in Italia che presenta e fa assaggiare le prelibatezze di sagre enogastronomiche provenienti da ogni angolo della penisola.
Con un solo biglietto d’ingresso, i visitatori potranno consumare i piatti di tutte le Sagre presenti e trascorrere piacevolmente un fine settimana tra attrazioni, gare, performance, balli e shopping.
Intorno alla buona tavola e all’arte culinaria ruoteranno alcuni appuntamenti particolarmente “succulenti” e spettacolari. Con la terza edizione del “Gran Galà della Salama”, la regina incontrastata della gastronomia ferrarese sarà al centro di un’avvincente sfida aperta a tutti. L’esito della competizione sarà deciso da due giurie, una “esperta” e una “popolare” che, a partire dalle 21 di Sabato 11, eleggeranno le salame migliori prodotte da privati, salumifici e macellerie. Il pubblico del Salone non resterà, comunque, a bocca asciutta: dopo essere stato cucinato e valutato, il tradizionale manicaretto verrà distribuito ai presenti. All’insegna dell’agonismo – e del campanilismo… -, anche la “Disfida del Tortellino”, che Domenica 12, alle 13.30, vedrà Ferrara, Bologna e Modena contendersi il titolo di pasta ripiena più buona.
Tra corsi e dimostrazioni, chi vuole apprendere i segreti dell'”arte di mangiar bene” (per dirla con Pellegrino Artusi) avrà solo l’imbarazzo della scelta: si andrà, infatti, dalla degustazione dell’acqua e l’abbinamento di acqua e cibo, a cura della delegazione ferrarese dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani, al riutilizzo dei dolci pasquali, per non parlare del laboratorio non-stop “A scuola di pane”, dove un maestro fornaio insegnerà a cucinare quello che lo scrittore Riccardo Bacchelli definiva, ne “Il mulino del Po”, “il pane più buono del mondo”, ovvero la coppia ferrarese (unico pane I.G.P. dell’Emilia-Romagna).
Tra le novità di maggiore richiamo, il cooking show del ferrarese Simone Finetti, “guest star” della manifestazione, del quale il pubblico televisivo ha recentemente potuto ammirare l’abilità nel programma di Sky “MasterChef” e che si esibirà ai fornelli del Misen sia Sabato che Domenica. Giocherà in casa pure Luca Bini, vincitore del programma “I re della griglia” sul canale DMAX, nonché membro della rappresentativa tricolore ai Mondiali di Barbecue 2015 previsti in Svezia il prossimo Giugno.
Sul fronte della musica – tra gli ingredienti fondamentali del Salone Nazionale delle Sagre sin dalla prima edizione -, tornerà il “Gran Galà del Liscio”, con le migliori orchestre e il gruppo “Musicallegria”, mentre una new entry è rappresentata dalla modenese Banda Rullifrulli, composta da ben 60 elementi, alcuni dei quali portatori di handicap, che utilizzano strumenti a percussione inusuali come pentole, mestoli e forchette.
Un’importante conferma riguarda il mondo delle quattro ruote formato camper, che si riunirà in Fiera per il raduno nazionale “Campermisen”, a cura del Camper Club Mutina di Modena (www.camperclubmutina.it).
Gli hobby più originali e bizzarri, il modellismo e collezionisti di livello internazionale terranno banco a “Misenpassion”, dove saranno, inoltre, ospitate le dimostrazioni degli antichi mestieri. Ampio spazio al pubblico “baby”, che potrà divertirsi in sicurezza sui gonfiabili e partecipare all’animazione didattica “Giovani slow con gusto”.
Tra gli espositori del Salone, le pro loco dell’Emilia-Romagna e UnPOperExPO, il progetto che punta a valorizzare il Grande Fiume come innovativa destinazione turistica.
Tornando alla tavola, le Sagre distribuiranno le proprie specialità il Sabato, dalle 12 alle 14.30 e dalle 18 alle 21.00, e la Domenica, ancora dalle 12 alle 14.30 e dalle 17.30 alle 20.30.
Il biglietto di ingresso (12 € l’intero, 10 € il ridotto, scaricabile dal sito www.salonedellesagre.it, oltre a diverse formule riservate ai clienti Conad, ai correntisti Caricento, agli studenti Erasmus e alle comitive) consente di gustare le proposte di tutti gli stand e dà accesso agli spazi e alle attività in programma. I bambini sotto i 10 anni entrano gratis.
Durante il Salone, una navetta gratuita porterà visitatori ed espositori direttamente in Fiera. Fermate alla Stazione ferroviaria e ai Giardini di Viale Cavour, vicino alle Poste Centrali.

Comunicato a cura degli organizzatori.