Home Buone Notizie Condannata una banda di predoni rumeni a Mantova

Condannata una banda di predoni rumeni a Mantova

4249
0
CONDIVIDI

Pescavano di frodo dalle acque dei laghi di Mantova e portavano il pesce a Milano dove lo rivendevano.  La notte tra il 9 e il 10 aprile dal 2014 la conclusione della loro carriera criminale con sequestro del bottino, delle reti e delle imbarcazioni.

Sono molti e competenti quelli che affermano che i sei rumeni costituissero probabilmente una delle  più pericolose ed agguerrite bande di Predoni del Po: un’organizzazione paramilitare in grado di devastare in poco tempo l’equilibrio ecologico delle nostre acque.

Ieri mattina il tribunale di Mantova li ha condannati tutti. Nicolae Dirleci, 40 anni; Valentin Butollo, 47 anni; Mihai Alberto Balaceanu, 29 anni; Nicolae Trasca, 32 anni; il fratello di questo, Costin Alin Trasca, 38 anni e Cristian Iulian Cimpoero, 44 anni, sono stati condannati ognuno a sei mesi di reclusione e 500 euro di multa per il reato di commercio di sostanze alimentari nocive, 200 euro di ammenda per pesca di frodo e dieci mesi di arresto per avere compromesso l’habitat all’interno dell’area protetta del Parco del Mincio oltre che quello del sito inquinato del Sin (sito di interesse nazionale) di Mantova.