Alla sorgente del Po dopo la secca-choc: Appello degli amministratori del Saluzzese “Ripensare l’uso dell’acqua”

by / sabato, 18 novembre 2017 / Published in ACQUA e TERRITORIO, IN VETRINA, PIEMONTE
rubinetto nel deserto

Da una settimana il masso con la scritta «Qui nasce il Po» è nascosto sotto la prima neve. Al pian del Re, la località a 2020 metri ai piedi del Monviso dove si trovano le sorgenti del «Grande fiume», non si arriva più con la macchina: la strada è chiusa alle auto.

La fonte era in secca da inizio settembre: la foto della sorgente senz’acqua era diventata un simbolo e aveva fatto il giro del mondo: dalla roccia non sgorgava più nulla. Il fiume appena nato correva sotto terra per qualche metro, per poi ritornare in superficie e iniziare il lungo viaggio verso la pianura. Non pioveva da due mesi, e la siccità non poteva non avere conseguenze per chi qui, accanto alle sorgenti del Po, vive e lavora.

Leggi l’articolo su lastampa.it

Lascia una risposta

TOP