Home Acqua e Territorio Alluvione nella Bassa Emiliana: passata la notte la situazione migliora

Alluvione nella Bassa Emiliana: passata la notte la situazione migliora

440
0
CONDIVIDI

Nella provincia di Reggio Emilia  la Regione chiede lo stato di emergenza. Chiuse le scuole a Brescello e Boretto. Sono stati allestiti quattro centri di prima accoglienza per i duemila sfollati nei comuni vicini di Novellara, Castelnovo Sotto e Poviglio. Esauritasi l’uscita di acqua dal torrente Enza a Lentigione di Brescello (RE), sono iniziati i lavori urgenti di chiusura delle rotte arginali. L’intervento partirà da monte, dove è più agevole l’accesso dei mezzi d’opera, e consisterà nel rifacimento dell’argine in terra.

E’ in corso il deflusso delle acque esondate, tramite un taglio dell’argine sul canale Canalazzo di Brescello, che scorre a ovest di Lentigione, effettuato ieri sera dal Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale in base a quanto deciso in sede di CCS (Centro Coordinamento Soccorsi).

Nella provincia di Modena continua l’allerta fiumi. La situazione più critica ora è quella della zona della Bassa dove sta arrivando la grande piena. Restano comunque ancora chiusi tutti i principali ponti della provincia a Modena. Riaperto invece il ponte sulla tangenziale. (uscite 11 e 12) via libera alla viabilità tra Modena e Campogalliano.

Il Comune di Modena informa che intorno al mezzanotte è stato riaperto a Modena il ponte sul Secchia tra la tangenziale di Modena (uscite 11 e 12) e la sp 413 nazionale per Carpi. Riapre al traffico così anche la rotatoria di San Pancrazio, di collegamento tra Modena, Carpi e Campogalliano. La Provincia nel frattempo ha annunciato la chiusura di ponte Pioppa sulla strada provinciale 11 vicino a Rovereto e del ponte di Concordia sulla strada provinciale 8.

L’evolversi della situazione di criticità idraulica iniziata dalla giornata di lunedì con la piena del Secchia, transitata a ponte Alto nel primo pomeriggio di martedì 12 dicembre, ha toccato livelli tra i più alti mai registrati. Alti anche i livelli del Panaro, ma senza particolari criticità. La piena è arrivata a Concordia e gli asili sono chiusi. A Bomporto si registra una crepa sull’argine del Naviglio ma la situazione è in deciso miglioramento.

Nella provincia di Parma si contano i danni a Colorno. Alma: la scuola internazionale di cucina è stata pesantemente colpita. Allagati gli scantinati che ospitano anche la cantina didattica e al primo piano problemi legati agli impianti e ai laboratori. Anche l’aula magna è stata danneggiata. Intanto il livello del torrente Parma è calato in maniera significativa.

Nota alla foto: Non sappiamo chi sia l’autore dell’immagine perché ci è stata inviata senza alcuna informazione. Siamo come sempre a disposizione dell’autore.