Home in Vetrina A Torino “D’inverno sul Po”

A Torino “D’inverno sul Po”

152
0
CONDIVIDI

Poche ore ancora e prenderà il via la 37° edizione della Regata Internazionale di Fondo “D’inverno sul Po” organizzata dalla Società Canottieri Esperia.

Le gare partiranno sabato 8 febbraio alle 9.30 fino a domenica 9 e si svolgeranno nel tratto di fiume che va dalla passerella Turin Marathon fino al ponte della Gran Madre tra la sede della SC Esperia Torino e i Murazzi, 5000 m nel pieno centro di Torino.

Questa edizione della Regata vedrà la collaborazione tra Società Canottieri Esperia Torino e Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro. Non per nulla l’edizione 2020 della D’inverno sul Po si intitola Dalla salute del fiume alla salute dell’uomo, un progetto per la promozione di corretti stili di vita in grado di prevenire il rischio di ammalarsi di cancro.

Questa collaborazione si declinerà sia in termini economici, la Società Esperia devolverà parte dell’incasso ad AIRC, sia in termini divulgativi: la Fondazione per la Ricerca sul Cancro sarà presente in entrambe le giornate di gara con uno stand informativo dove tutti potranno cimentarsi con i remoergometri, particolari attrezzi con cui è possibile riprodurre il gesto atletico del canottaggio

La manifestazione inizierà sabato mattina con la “D’Inverno sul Po”, con vari equipaggi suddivisi per categorie su diverse distanze. Alle 9.30 apriranno la competizione gli atleti più giovani impegnati in un percorso ridotto di 1000 m, a seguire i cadetti con un percorso di 4000 m. Alle 11.30 si terrà la sfida novità di questa edizione: equipaggi misti di studenti e studentesse del Politecnico di Torino sfideranno il Politecnico di Milano con imbarcazioni 8+ in un percorso di 500 m.

Domenica invece ci sarà la “Regata Internazionale di Gran Fondo D’Inverno sul Po”, con partenza alle ore 10. Oltre 2000 atleti di tutte le categorie, molti anche i club stranieri, si sfideranno sui 5000 m con la barca “regina” del canottaggio con otto atleti più timoniere e con quattro di coppia.

Alla manifestazione parteciperanno con la categoria Special Olympics atleti affetti da disabilità intellettiva e atleti diversamente abili nelle categorie regolamentari Para-Rowing, dimostrando quanto la regata sia per tutti così come ci si auspica possa sempre essere lo sport.

L’artista torinese Chiara Ferraris ha realizzato speciali premi veri capolavori in fusione di vetro, dedicati a due grandi Presidenti della Società Canottieri Esperia-Torino, rispettivamente il Trofeo “Gian Antonio Romanini” e il Trofeo “Carlo Pacciani”.

Parallelamente sui campi da tennis della Società si svolgerà il Torneo Internazionale di Tennis.