cuneo salino - immagine aggiornata

Il Cuneo salino è risalito all’interno del territorio del Basso Polesine per oltre 12 chilometri, superando di gran lunga anche la strada statale Romea. Le conseguenze per l’agricoltura sono pesanti, dal momento che non è assolutamente possibile irrigare con l’acqua salata, pena la compromissione del raccolto. Con il termine “cuneo salino” si intende la risalita

terremoto, scossa 26 aprile 2017

Alle 18:46 di ieri pomeriggio una scossa sismica di magnitudo 3.1 ad appena 6.8km di profondità ha colpito il cuore della pianura Padana, con epicentro tra Bologna e Ferrara in Emilia Romagna, nella stessa area devastata dal forte terremoto del 2012. La scossa è stata distintamente avvertita a Sant’Agostino, Mirabello, San Pietro in Casale, Finale

attracco di Polosella

Polesella (Ro) – La volontà dell’amministrazione comunale di Polesella rimane quella di valorizzare il più possibile l’attracco turistico sul fiume Po noto come Pontile dei sette moli, per la quale non si trova un gestore da tempo. Già in precedenza era accaduto che la gara fosse andata deserta, ma questa volta si pensava ci fossero

All Rights Reserved (c) Adriana Tuzzo 2012

“Le cose vanno di male in peggio e non ce la prendiamo con un singolo ente ma con un sistema intero che non va.”  Con queste parole Georg Sobbe, comandante della Motonave Nena e presidente dell’Associazione Fiumana, commentava amaramente lo scorso anno l’ennesima rottura della conca di Pontelagoscuro, proprio all’inizio della primavera. Oggi, dal 24

cuneo salino - Fonte AGRIREGIONIEUROPA

Rovigo – Il cuneo salino torna a far paura. Colpa di un inverno più caldo di quasi mezzo grado e con il 24% di pioggia in meno. Ad aggravare la situazione è un marzo “bollente” e drammaticamente asciutto dopo febbraio che in Italia si è classificato al sesto posto tra gli anni più caldi dal

camorra e rifiuti tossici a ferrara

L’attesa per le grandi rivelazioni dell’ex imprenditore della Camorra Nunzio Perrella sui rifiuti pericolosi illecitamente stoccati nel sottosuolo di Ferrara si è rivelata alquanto deludente. L’anteprima rilasciata mercoledì della puntata di Nemo – andata in onda su Rai Due la sera di giovedì – conteneva già tutto quanto: affermazioni generali, sicuramente inquietanti ma, almeno da ciò che

siccità marzp 2017

  Il fiume Po è in secca con lo stesso livello idrometrico della scorsa estate ad agosto ed inferiore di due metri rispetto allo stesso periodo del 2016, per effetto di un andamento climatico del tutto anomalo in Italia dove anche a febbraio è caduto l’8% di pioggia in meno e le temperature minime sono

quello che resta di uno degli alberi abbattuti

L’ennesimo tentativo di depauperare il patrimonio paesaggistico polesano vede questa volta l’intervento della nuova Unità dell’Arma dei Carabinieri: la Stazione Carabinieri Forestale di Adria dell’appena costituito Comando Unità Tutela Forestale, Ambientale ed Agroalimentare Carabinieri (C.U.T.F.A.A.C.). Si tratta dell’abbattimento non autorizzato di n. 25 esemplari di tigli e platani posti in fregio alla S.R. 443 “di

carcassa di pecora nel Po

Nelle acque del Po, sia in quelle superficiali che sotterranee, sono ancora presenti pesticidi come l’atrazina, simazina e alaclor. A suonare l’allarme è l’Ispra che, dopo un monitoraggio iniziato nel 2003, ha pubblicato il report “Sostenibilità ambientale dell’uso dei pesticidi – il Bacino del Po” (scarica qui il report completo). L’atrazina, ad esempio, bandita da

Mal'aria_media PM10

A Torino la centralina Arpa che ha fatto registrare a gennaio le peggiori prestazioni per le PM10 è Grassi, all’incrocio tra via Reiss Romoli e via Veronese, con 26 superamenti giornalieri, consumando così in appena un mese i due terzi del “bonus annuale” di 35 giornate previsto per legge. Allarmanti anche il valore medio di

TOP