iniziate le manovre di svaso dei canali

Dopo un inverno privo di precipitazioni e la grande siccità estiva, stiamo affrontando un’altra stagione anomala: una nuova ondata di alta pressione e temperature in rialzo e superiori alla media del periodo. Eppure il Consorzio Burana si prepara all’inverno con le consuete operazioni di svaso dei canali: manovre complesse che permettono al territorio di non

progetto nuova conca isola serafini - provincia di piacenza

Monticelli – Alla fine del mese le prime imbarcazioni transiteranno attraverso le porte vinciane della nuova conca di navigazione a Isola Serafini: i lavori procedono a pieno ritmo ed è iniziata una delle fasi più ‘spettacolari’ del cantiere, ovvero la distruzione dell’argine che separa il corso del fiume Po dal nuovo canale. Grazie alle ruspe è

A Modena AIPO cambia casa

lunedì, 09 ottobre 2017 by
aipo

Si informa che a partire da lunedì 9 ottobre 2017 l’ufficio territoriale di Modena dell’ AIPo (Agenzia Interregionale per il fiume Po) si trasferirà dall’attuale sede di via Fonteraso alla sede di Strada Attiraglio 24 (di fronte al Parco XXII Aprile, lato verso la ferrovia). L’edificio è un ex casello idraulico di AIPo che risulta maggiormente

immissione degli storioni - foto ravennatoday

Duecento storioni adulti sono stati liberati martedì nell’area sud del Delta del Po e altri mille giovani esemplari trasferiti nel parco lombardo del Ticino. E’ il progetto del centro di ricerca di Cesenatico, corso di laurea in Acquacoltura e Igiene dei prodotti ittici dell’Università di Bologna, insieme all’Acquario di Cattolica, a Oltremare di Riccione e

il ponte spezzato 2009

Casalmaggiore – Ora che il ponte di tipo Bailey non ha chance, come è stato spiegato direttamente dall’Esercito e dal Genio Pontieri al sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni, perché la struttura casalese, per la sua conformazione, non offre spiragli in questa direzione, ecco che un’idea può essere guardare a situazioni simili verificatesi nel recente passato.

Fenicotteri - foto parcodeltapo.it

Più di 20 autorevoli esponenti della comunità scientifica nazionale ed esperti delle comunità locali, sabato 7 ottobre 2017 (dalle 9.30 alle 13.30) nel Museo civico di storia naturale di Ferrara (via De’ Pisis, 24) daranno vita ad una riflessione pubblica su “Il Futuro del Delta del Po” in un momento in cui c’è una forte attenzione su come conservare

scout castel san giovanni

Ci hanno scritto in redazione, hanno invitato noi ma anche tutti voi che ci leggete e che siete organizzati in associazioni e gruppi di interesse. In più, ci hanno anche invitati a cena. Li abbiamo trovati irresistibili e abbiamo pensato che la cosa migliore da fare per la loro manifestazione sia quella di girare ai

ponti distrutti come alla fine della seconda guerra mondiale

Di Andrea Dal Cero “Oggi chiunque debba andare da Parma a Casalmaggiore o viceversa, impiega almeno mezzora in più ed è costretto a percorrere il ponte che collega Boretto a Viadana oppure passare dal ponte Verdi a Ragazzola di Roccabianca, rischiando ritardi ancora maggiori a causa del senso unico alternato per lavori. La situazione per

il grande fiume al tramonto, foto di Claudio Cabrini

Il Grande Fiume richiama sempre più appassionati fra addetti ai lavori e vacanzieri slow, con numeri incoraggianti per gli arrivi che crescono dell’8% per il mercato italiano e del 6% per quello straniero, con presenze oltre i tre milioni (stime Cst, 2016). Per questo la VIII Borsa del turismo fluviale e del fiume Po, in

i candidi del po

Gualtieri. Con la quarta edizione della rassegna “I naïfs del Po” – l’inaugurazione della mostra è in programma in Sala Falegnami alle 15 del 30 settembre, per proseguire sino al 29 ottobre – prende l’avvio la lunga “cavalcata” d’iniziative con al centro la pittura “candida”. Quest’anno, infatti, s’intrecciano a Palazzo Bentivoglio sia l’ormai consolidato appuntamento

TOP