scomparso ventiseienne di trieste

Andrea Sardos Albertini ha 25 anni. Studia giurisprudenza a Trieste, dove vive con la famiglia, e intanto gioca a pallavolo in serie A nel Travalico, la squadra della sua città. Gli manca un solo esame per laurearsi. Nella mattinata del 9 giugno 1981 parte in treno alla volta di Torino per a cquistare un’auto usata

il magazzeno

E’ uscito in questi giorni un nuovo libro curato da Gian Paolo Grandi, edito da Mezzaluna: “Il Magazzeno” la sua Terra, la sua Gente e la sua Corsa, scritto da quattro autori qualificati (Bruno Lugli, Gian Luigi Casalgrandi, Claudio Gibertini e Giovanni Moi) che racconta la storia di una piccola frazione alle porte di Savignano

l'alluvione in copertina - 1951

Quando la terribile notte del cedimento degli argini finì, cominciò la giornata del 15 novembre. Era il 1951 e il Polesine stava andando sott’acqua. Negli anni che seguirono si parlò di incompetenza degli enti preposti alla salvaguardia di quei territori, vennero indicate le responsabilità di prefetti, sindaci, ministri e sottosegretari. Si individuarono le criticità del

Sabbioneta - il teatro all'antica

Sabbioneta –  Saranno mesi importanti per il teatro all’Antica di Sabbioneta, che sarà sottoposto ad una serie di interventi rilevanti. Dalla Regione, grazie al bando “Sale da spettacolo”, sono in arrivo 72mila euro per l’adeguamento tecnologico dell’impianto di illuminazione scenica e di quello per la diffusione sonora. La volontà dell’amministrazione, che contribuirà con 18mila euro,

qui nasceva il po

Sono ormai mesi che parliamo di siccità. Ne abbiamo parlato così tanto da risultare noiosi e ripetitivi. La notizia di oggi, però, riporta l’argomento in prima pagina con la sua sconvolgente attualità e con tutta la valenza simbolica  che comporta. Non staremo oggi a raccontarvi i livelli idrometrici del Po nelle varie centraline di rilevamento.

la marianèna

“Sembrava il treno anch’esso un mito di progresso” La Marianèna, storia della ferrovia Modena – Ferrara. E’ questo il titolo (tratto dalla canzone Il Treno cantata da Francesco Guccini) di un nuovo libro curato dal Centro Studi Storici Nonantolani e stampato da Piero Guerzoni delle edizioni Il Fiorino di Modena. La pubblicazione racconta, a cent’anni

Gli amici, una bottiglia e un mazzo di carte nella secca del 2003 a ostiglia

La foto l’ha postata la cara amica Ornella Fiorini e ci documenta bene sia quanto la secca del 2003 fosse stata probabilmente peggiore di quella che viviamo in questi giorni, sia il modo goliardico con cui Ornella e i suoi amici affrontarono il problema. “Questa bella foto del ”bivacco” sotto il ponte – dice Ornella

macero per la canapa

Testo e foto di Gian Luigi Casalgrandi Nella storia della civiltà contadina, forse il prodotto agricolo che ha lasciato dietro di se le maggiori tracce dell’arte agraria, caratterizzando nello stesso tempo la topografia dei luoghi, è senza dubbio la canapa. Le tracce più evidenti dell’antica coltivazione nei nostri territori, oltre alla presenza di vari attrezzi,

pontelagoscuro viacoperta 1914

Siete mai stati nel “paese che non c’è”? Vi do qualche indizio: lo sfiorate spesso, passando in automobile o in treno, per lasciare Ferrara e attraversare il fiume Po.Si tratta di un luogo ai margini della città, accoccolato sotto gli argini possenti. Un luogo di cui resta un pallido ricordo e che, nel venire ricostruito,

cartolina-Torino-motonave-vittoria!-sul-po

a cura di Andrea Dal Cero Il più grande natante che abbia mai solcato le acque a Torino fu la motonave “Vittoria!”. Si trattava di una motonave che in precedenza si chiamava “Fiorenza” e che era stata utilizzata dal 1932 a Firenze, sull’Arno: il colonnello Amedeo Sacerdote, dopo averla vista, ne rimase entusiasta, e decise

TOP