inquinamento e degrado

Occhiobello (Ro) – Guanti e sacchetti per liberare dai rifiuti l’argine del Po. Una giornata dedicata all’ambiente e al rispetto dei luoghi all’aperto più frequentati durante il periodo estivo. Domenica 24 settembre si terrà Puliamo… un Po, un’iniziativa che viene proposta dal Forum delle associazioni e dall’assessorato all’ambiente del  Comune, in collaborazione con Ecoambiente e

Ex centrale termoelettrica Enel di Polesine Camerini

Porto Tolle – Il 4 settembre, molto probabilmente, verrà sciolto l’arcano sul futuro dell’area dell’ex centrale termoelettrica Enel di Polesine Camerini. Quel giorno si riunirà per la terza volta la commissione costituita nell’ambito del bando di concorso «Futur-E» (promosso da Enel per vendere e ridare prospettiva ai grandi siti produttivi dismessi) e i tempi paiono

Gian Antonio Cibotto - foto giornalistitalia.it

Nato a Rovigo l’8 maggio 1925, laureato in giurisprudenza, era giornalista professionista iscritto all’Ordine del Veneto dal 1 luglio 1950. Ha lavorato per Il Resto del Carlino, Il Giornale d’Italia, Il Gazzettino e La Fiera Letteraria. E’ morto sabato, poco dopo le 14, nella sua villa di viale Trieste, a Rovigo, dopo che da alcuni giorni

risalita cuneo salino

Nota di Arpae Emilia-Romagna  – L’Osservatorio Permanente sugli utilizzi idrici in atto nel Distretto Idrografico del fiume Po, di cui anche Arpae Emilia-Romagna fa parte, segue costantemente la situazione e raccoglie in maniera unitaria le informazioni relative agli scenari climatici e idrologici e quelle relative al monitoraggio delle disponibilità e dei consumi idrici. In questo

????????????????????????????????????

Nella tabella sono indicati: la stazione di rilevamento e l’Ente che effettua il rilevamento. Segue il valore dello zero idrometrico relativo alla stazione di riferimento. Seguono poi i tre valori (soglia di massima attenzione, soglia massima di preallarme e soglia massima di allarme) dei livelli di attenzione. La quinta colonna esprime il valore dell’ultimo rilevamento,

pirateria

Taglio di Po (Ro) – Non si accontentano di fare danni in Polesine, nossignore. Organizzano spedizioni notturne per massacrare interi ecosistemi. Lo hanno fatto anche nella notte tra il 10 e l’11 luglio scorso, prendendo di mira l’invaso artificiale di Montedoglio, apprezzatissimo dai pescasportivi di tutta Italia. Ma i sei romeni di Taglio di Po che

attracco di Polosella

Nonostante i tanti tentativi fatti dal Comune e i tanti bandi che si sono susseguiti, sembrava proprio che la gestione dell’attracco turistico fluviale di Polesella non interessasse a nessuno. Da qualche giorno, finalmente, pare che sia giunti ad un accordo tra l’amministrazione e il locale Canoa Club. “E’ l’inizio di una sinergia positiva e ricca

dry field

Po e Adige sono ai minimi storici. La siccità obbliga i coltivatori ad irrigare i campi ma l’acqua scarseggia mentre il cuneo salino cresce. “In Polesine – spiega la Coldiretti di Rovigo – gli imprenditori agricoli sono già dovuti ricorrere all’irrigazione di soccorso per salvare le coltivazioni, dagli ortaggi alla frutta, dai cereali al fieno

storione cobice

Comunicato stampa – Sono stati rilasciati ben 150 storioni per ripopolare i fiumi. Nel primo pomeriggio di ieri all’attracco fluviale del Po di Santa Maria Maddalena e successivamente in fiume Adige, a Badia Polesine, sono stati rilasciati 150 esemplari di storione cobice, pesce endemico del mar Adriatico, inserito nella lista delle specie fortemente minacciate. Si

nutria National Geographic di agosto 2014

di Andrea Dal Cero “Se capitava in un periodo piovoso a queste persone si allagavano anche le case” dicono a Scardovari dove,  ieri mattina, l’argine di un canale di irrigazione per la coltivazione di riso ha ceduto per quattro metri a causa di una grande tana di nutrie. C’è poco da fare: le nutrie, anche

TOP