Home Acqua e Territorio Compostaggio domestico e di comunità: le novità in un convegno a Sissa...

Compostaggio domestico e di comunità: le novità in un convegno a Sissa (PR)

768
0
CONDIVIDI

Si terrà giovedì 15 giugno alle ore 15.30 a Sissa (Sala Cavanna, presso il municipio), il workshop “Compostaggio domestico e di comunità: le nuove prospettive per il trattamento della frazione organica”.
Nella grande maggioranza dei comuni dell’Emilia-Romagna il compostaggio domestico è praticato ed incentivato da diversi anni. Tuttavia i quantitativi di rifiuto verde e umido destinati alla raccolta e allo smaltimento o trattamento in impianti industriali sono elevati ed in continuo aumento, con costi molto alti, rispetto alle principali frazioni raccolte in modo differenziato.
Oggi si aprono nuove prospettive per il compostaggio domestico e di comunità, a seguito della recente introduzione di norme a livello nazionale e regionale. Alcuni Comuni hanno cominciato a progettare e a sperimentare forme innovative di compostaggio, con l’obiettivo di intercettare quote significative della frazione organica e ridurne così i costi economici ed ambientali di gestione.
Il workshop intende illustrare questi aspetti innovativi, di tipo normativo, organizzativo e progettuale riguardanti il compostaggio di piccola scala, realizzato con le compostiere da giardino o con piccoli impianti di comunità.
L’iniziativa è rivolta a tutti i cittadini, ma in particolare agli amministratori comunali. La presenza di esperti di livello nazionale e del Ministero dell’Ambiente, oltre a tutti i soggetti competenti per gli aspetti tecnici ed autorizzativi a livello locale, consentirà un primo confronto su vari aspetti ancora da chiarire, come le procedure autorizzative, i regolamenti e la collocazione del compostaggio domestico e di comunità nell’ambito di una gestione dei rifiuti da orientare verso una maggiore sostenibilità ambientale ed economica. Inoltre sarà dato spazio alle esperienze più innovative in corso di realizzazione o di progettazione sul territorio regionale.
L’iniziativa conclude il processo partecipato “Composharing”, sulla realizzazione di un nuovo servizio a supporto del compostaggio domestico, che ha coinvolto i comuni di San Secondo, Sissa Trecasali, Mezzani e Sorbolo.

PROGRAMMA
GIOVEDI’ 15 GIUGNO
ORE 15,30
Sala Cavanna
Via Provinciale, 38 – Sissa (PR)

Saluti del Sindaco di Sissa Trecasali , Nicola Bernardi – Introduce Lara Lori (ReteParmaRiusa)

Aspetti tecnici e normativi

  • Fabio Musmeci (ENEA, Associazione Italiana Compostaggio) – La diffusione del compostaggio di piccola scala in Italia
  • Giulia Sagnotti (Unità Assistenza Tecnica Sogesid presso il Ministero dell’Ambiente) – Il compostaggio domestico e di comunità nel DM 266/2016

Esperienze sul territorio

  • Sandra Boriani (Assessore all’Ambiente, Comune di Sorbolo) – Il progetto Composharing nei comuni di Sissa Trecasali, San Secondo P.se, Sorbolo e Mezzani (PR)
  • Germano Caroli (Sindaco di Savignano sul Panaro) – Il progetto “Stai Composto” nell’Unione Terre dei Castelli (MO)
  • Luigi Lucchi (Sindaco di Berceto) Il compostaggio di comunità nel Comune di Berceto (PR)

Tavola rotonda
L’attuazione del DM 266/2016 e gli strumenti di piano, finanziari, regolamentari e autorizzativi.  Modera: Enrico Ottolini (ReteParmaRiusa)

Intervengono:
Andrea Cocchi (GdL Compostaggio, Rete Rifiuti Zero)
Paolo Maroli (Responsabile S.A.C., ARPAE di Parma)
Marco Conti – (Responsabile raccolta e spazzamento area Emilia, Iren Ambiente)
Claudio Civa – (Responsabile raccolta e spazzamento Parma, Iren Ambiente)
Massimo Iotti – (Vice presidente Commissione III – Territorio, Ambiente, Mobilità, Regione Emilia-Romagna)
Enrico Menozzi – (Responsabile Presidio Gestione rifiuti urbani Emilia Ovest – ATERSIR)