Crolla una parte di pennello a foce Oglio: il Po diviso in due. Ma Aipo smentisce e invita alla cauta navigazione nel tratto interessato

by / giovedì, 22 giugno 2017 / Published in CREMONA, IN VETRINA, LA NAVIGAZIONE
Una-nave-di-quinta-classe-in-navigazione-sul-Po

di Andrea Dal Cero

“Cauta navigazione a Foce Oglio tra il km 455 e km 456 causa parziale crollo del pennello alla curva di navigazione n.14.” Recita l’avviso di Aipo sul suo sito ufficiale.

“La realtà, almeno stando a come la descrive chi sul Grande Fiume si sta muovendo o sta lavorando con le draghe in queste ore nel tentativo di risolvere il problema, non appare proprio sintetizzabile con una semplice raccomandazione – scrive ieri la Provincia di Cremona –  È sostanzialmente diversa: di fatto, il crollo parziale del pennello situato a meno di un chilometro a monte di foce Oglio, già nel tratto mantovano ma appena oltre il Cremonese, sta bloccando completamente la navigazione delle imbarcazioni di classe quinta. Impossibile muoversi. Tre chilometri interdetti alle navigazione delle grandi barche.”

Raggiunto da noi telefonicamente, l’ing. Ivano Galvani, dirigente del settore Navigazione Interna di Aipo, smentisce la notizia del quotidiano locale e ribadisce i contenuti dell’avviso di cauta navigazione.

“Se le navi di quinta classe non potessero transitare tra il Km 455 e il Km 456, l’avremmo subito riportato in un apposito avviso – dice Galvani – cosa che non abbiamo fatto perché in quel tratto, pur adottando particolare attenzione, le grandi navi possono passare tranquillamente”.

Quindi il Grande Fiume non appare” diviso in due” come è stato scritto, almeno a sentire Aipo. Di sicuro nella zona di foce Oglio c’è una grande attività e le draghe sono al lavoro.

 

Lascia una risposta

TOP