Home Cattive Notizie Esplosione alla raffineria Eni di Sannazaro de’ Burgondi. Il Comune: “Rimanete chiusi...

Esplosione alla raffineria Eni di Sannazaro de’ Burgondi. Il Comune: “Rimanete chiusi dentro le vostre abitazioni o cercate riparo nel locale chiuso più vicino”

297
0
CONDIVIDI

Un’esplosione, seguita da un vastissimo incendio tuttora in corso, si è verificata oggi alle 15,40 alla raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi, a pochi chilometri dal Po in provincia di Pavia, nella zona denominata Cantiere Est, la parte più recente dell’impianto petrolchimico, uno dei più grandi d’Italia.

L’assessore alla Protezione Civile, Roberto Fuggini, ha spiegato che “è uno dei più grossi incidenti che si siano mai verificati in questo impianto”, che è uno dei più grandi d’Italia, aggiungiamo noi.

Dall’esplosione si è sviluppata una palla di fuoco alta una cinquantina di metri e un’impressionante colonna di fumo denso e nero che si è dapprima orientata verso la provincia di Alessandria e poi, col calare del vento, ha cominciato a salire nel cielo riducendosi in quota.

Gli abitanti della zona non sono stati evacuati, essendo classificato l’incidente come allarme di tipo 2, ma il comune della cittadina pavese sta in queste ore invitandoli con ogni mezzo (sms, internet e megafoni per le strade) a non uscire di casa.

Eni ha appena affermato che nell’incidente non ci sono stati feriti, anche se risulterebbe che un lavoratore sia rimasto contuso nella concitazione della fuga. I danni all’impianto, invece, sembra siano ingenti. Una decina di squadre dei vigili del fuoco sono al lavoro da ore per spegnere le fiamme.

Il  Comune di  Sannazaro sta in questo momento comunicando ai cittadini: “Le forze di intervento sono all’opera per mantenere la situazione sotto controllo. Rimanete chiusi dentro le vostre abitazioni o cercate riparo nel locale chiuso più vicino. Prestate attenzione ai messaggi trasmessi al fine dell’aggiornamento della situazione. Non ci sono persone ferite. Sono stati allertati Protezione Civile, ARPA, ATS e sono già intervenuti i Vigili del Fuoco di Pavia”.

 

La raffineria di Sannazzaro de’ Burgondi non è nuova ad incidenti di questo tipo. Ad aprile del 2012 nello stesso impianto era avvenuto un’altra esplosione di cui potete leggere qui  http://www.ilgiornaledelpo.it/emergenza-a-sannazzaro-de-burgundi-esplosione-nella-raffineria-eni/