Home Arte, Cultura, Spettacoli Torino: un Fiume di Ricordi per l’alluvione del 1994

Torino: un Fiume di Ricordi per l’alluvione del 1994

149
0
CONDIVIDI

Dopo i giorni intensi di pioggia, ieri si è avuto un giorno di netto miglioramento. Sole e cielo terso su Torino, poche le nubi in altre zone con temperature assai più miti e piacevoli. I meteorologi però avvertono: in arrivo altre perturbazioni e neve su Alpi e Appennini. Mentre controlliamo previsioni e termometri non possiamo non ricordare che proprio 25 anni fa si vivevano giorni difficilissimi.

Erano il 5 e 6 novembre del 1994. Nelle provincie di Cuneo, Asti, Alessandria e Torino, le piogge cadute intensamente fin da giorno prima, il 4 novembre, provocarono esondazioni, frane e smottamenti, provocando 68 morti, più di 2mila sfollati e più di 20mila miliardi di danni. Un costo enorme. I fiumi interessati furono il Tanaro, il Bormida, il Belbo e il Po.

Giorni difficili che la mostra Un fiume di ricordi allestita nel porticato di palazzo Lascaris, sede del Consiglio regionale del Piemonte in via Alfieri 15 a Torino vuole ricordare e commemorare.

Curata da Arpa Piemonte, la mostra si compone di una serie di scatti compiuti da dieci fotografi che all’epoca ripresero la situazione. Pochi i giorni per visitarla, solo fino a venerdì 8 novembre.