Home Arte, Cultura, Spettacoli Aspettando la Befana sulle rive del Po

Aspettando la Befana sulle rive del Po

676
0
CONDIVIDI

C’era una volta il presepe, anzi i presepi. Stessi personaggi ma infinite le varianti nella sua realizzazione: più o meno meccanizzati, a volte grandi a volte quasi miniature, la fantasia si è sbizzarrita a dargli infinite forme e l’abilità artigiana ha spesso realizzato veri e propri capolavori. Tra questi c’è ne uno molto suggestivo, allestito direttamente sull’acqua del Po.

La Natività sull’acqua si trova a Villafranca Piemonte, una cinquantina di km da Torino, al confine con la provincia di Cuneo. Per quanto sia in territorio pianeggiante le montagne sono proprio alle spalle del paese ed è bagnato dalle acque del Po oltre che dai torrenti Chisone e Pellice. Territorio d’acqua e agricoltura dove una viva associazione di “Amici del Po” ha ideato fin dall’ormai lontano 1995 questo presepe galleggiante.

Racconta Beppe Galfione presidente dell’associazione: “L’abbiamo montato tutti gli anni, ma forse in un paio non ci siamo riusciti a causa delle piene del Po”. Come quello che avvenne nei primi di dicembre del 2014 quando la piena del fiume trascinò via la zattera sulla quale si stava ancora allestendo la natività.

All’epoca la zattera era un po’ più grande: oggi ha una grandezza di 6 mt per 6 su cui si trovano le figure della Sacra Famiglia comprensiva di bue e asinello. “Le statue invece sono allestite su pali ancorati al fondo del fiume, cosa fattibile visto che qui da noi il Po non è ancora profondo, dai 60 cm al metro” racconta il sig. Beppe. Le statue sono grandi, circa 2 mt, abbastanza per essere viste anche in lontananza. “L’ora migliore per ammirarlo è al tramonto” quando tra luci del sole e luci artificiali lo spettacolo che si presenta agli occhi dei visitatori è veramente suggestivo e affascinante.

Rimangono ancora pochi giorni per vederlo, il 7 gennaio verrà smontato. Non prima però di aver chiuso tutto le festività. Il 5 gennaio alle ore 20.20 presso il Palazzetto Polivalente prenderà il via “Aspettando la Befana sulle rive del Po”, camminata lungo le vie del paese intervallata da tappe durante le quali i commercianti della zona offriranno i loro prodotti. Tutti possono unirsi, magari vestiti da Babbo Natale, elfi, Befana e Re Magi, comunque dotati di scarponcini comodi e caldi e una pila. La camminata terminerà lungo le rive del Po: chi lo desidera potrà andare ad ammirare il lavoro artigiano da vicino salendo sulle tradizionali barche a punta, tipiche della zona. Si tratta d’imbarcazioni con il fondo piatto che si muovono grazie a pertiche, bastoni forniti alle estremità da specie di forconi a due punte che permettono di toccare il fondo e muoversi a spinta.

Grazie quindi al lavoro dell’associazione Amici del Po per il prezioso lavoro fatto fin qui: una storia iniziata parecchi anni or sono e che proprio nel 2020 compirà 40 anni di attività.

Che dire… Buon compleanno Amici del fiume!