Home Buone Notizie Il contrasto al bracconaggio nel testo del “Contratto di governo” M5S-Lega

Il contrasto al bracconaggio nel testo del “Contratto di governo” M5S-Lega

4802
0
CONDIVIDI

La tutela degli animali, l’inasprimento delle pene per chi commette delitti nei loro confronti e il contrasto al bracconaggio entrano nel programma di governo in discussione in questi giorni al tavolo che vede fronteggiarsi Matteo Salvini e Luigi Di Maio. A pagina 15 della bozza del “Contratto per il governo del cambiamento” che il Movimento 5Stelle e la Lega stanno portando avanti c’è (almeno nella versione del 15 maggio 2018 – ore 18.00 – Aggiornamento del 18 maggio: ora il contratto è definitivo e non ci sono state variazioni a questa parte) un breve paragrafo dal titolo “Reati ambientali e tutela degli animali”, compreso tra le voci “Area diritto di famiglia”, sopra, e “Contrasto alle mafie”, sotto. Il testo, di quattro righe scarse, recita: “È necessario provvedere alla revisione e l’inasprimento delle leggi attuali riguardanti i reati ambientali e quelli nei confronti degli animali garantendo maggiore tutela rispetto a fatti gravi ancora non adeguatamente perseguiti e per un maggiore contrasto al bracconaggio”.