Home ... ma Anche Mantova: idrovolanti sul Lago Inferiore?

Mantova: idrovolanti sul Lago Inferiore?

306
0
CONDIVIDI

Da Mantova a Como in idrovolante, forse…

L’assessore mantovano al Turismo, Vincenzo Chizzini, punterebbe su questa modalità di trasporto per la promozione turistica, soprattutto in vista di Expo 2015. Ma il volo sull’acqua potrebbe servire anche per la Protezione Civile e il trasporto d’organi.
L’idea era piaciuta al Comune mantovano che avrebbe deciso di stanziare poco più di 8.000 euro a favore dell’Aero club Como, a cui sarebbe affidato il compito di gestire l’idrosuperficie sul lago Inferiore, che potrebbe essere pronta (autorizzazione dell’Aipo, prove fonometriche dell’Arpa e protezione dell’avifauna permettendo) di qui a poco.
Decisamente contrari all’iniziativa sono i residenti di Valletta Valsecchi, scesi in campo con una petizione che ha raccolto 408 firme e che ieri è stata consegnata dall’omonimo comitato civico nelle mani del sindaco Nicola Sodano. Il Comitato rileva un problema di sicurezza legato alla presenza, sulla sponda del lago, della raffineria dichiarata “industria a rischio di incidente rilevante con esiti letali”. E poi c’è un duplice problema di inquinamento. Dell’aria, perché la sua già scarsa qualità verrebbe ulteriormente compromessa dai gas di scarico nelle fasi di decollo e di discesa. Acustico, perché il rumore provocato dagli idrovolanti si andrebbe ad aggiungere a quello dei treni e dei tir che transitano sulla linea Mantova-Monselice e in via Brennero.