Paolo Sottocorona:“I 50 gradi percepiti sono una sciocchezza colossale, che serve solo a spaventare le persone e incassare clic. Il riscaldamento globale non funziona come pensate”

by / domenica, 06 agosto 2017 / Published in ACQUA e TERRITORIO, IN VETRINA, INTERVENTI
paolo sottocorona, cofee break

Il capitano Sottocorona in guerra col meteoterrorismo. “I 50 gradi percepiti sono una sciocchezza colossale, che serve solo a spaventare le persone e incassare clic, vendere copie, fare ascolti. Fare previsioni oltre i 7 giorni non ha senso”. E il meteorologo de La7 spiega pure il riscaldamento globale. Che non funziona come pensate.

Pubblichiamo l’inizio di una lunga ed imperdibile intervista che Gabriele Ferraresi ha fatto a Paolo Sottocorona per http://www.spns.it/

Capitano Sottocorona, che estate stiamo vivendo?

Un’estate sicuramente particolare. Sull’eccezionalità sono sempre molto cauto, però sicuramente questa è un’estate particolarmente calda, e teniamo conto anche di questo, un’estate precoce: ha cominciato a fare caldo molto presto. Questo perché oltre ai picchi delle temperature conta anche – a livello del nostro organismo – la durata di una fase calda.

Che cosa c’è di diverso nell’estate del 2017 rispetto alla norma?

Di norma le estati sono fatte anche di tempo un po’ instabile: c’è un periodo caldo, poi c’è una pausa, magari piove due giorni, rinfresca. Quest’anno invece a parte qualche temporale che si è infilato qui e là, l’alternanza è mancata. Questa fase calda è arrivata nel periodo statisticamente più caldo dell’anno, da metà luglio a metà agosto: tutto nella norma quindi, è il suo periodo, però c’è stata una lunga fase di avvicinamento che ha preso tutto luglio e parte di giugno, e adesso siamo in una situazione in cui le temperature sono molto sopra la media. Possiamo darla – fino a questo punto – sicuramente come una situazione eccezionale, che non si verifica di frequente. Dico fino a questo punto, perché settimana prossima si intravede la possibilità – dico si intravede perché le previsioni dopo i 5/7 giorni diventano molto vaghe, fumose, quasi fantasia – settimana prossima potrebbe esserci un’inversione di tendenza. Un ritorno verso temperature un po’ più normali anche per la stagione, che ricordiamolo, è il periodo più caldo dell’anno. Ma non dovrebbe essere così caldo.

Potete continuare a leggere qui

Lascia una risposta

TOP