Home Buone Notizie Parco Adda Sud, due nuovi nati al Centro Cicogne di Castiglione (Lodi)

Parco Adda Sud, due nuovi nati al Centro Cicogne di Castiglione (Lodi)

696
0
CONDIVIDI

Due nuovi nati al “Centro Cicogne” del Parco Adda Sud a Castiglione d’Adda, nel Lodigiano. I nuovi pulcini, usciti dalle uova in questi giorni, stanno bene, mangiano con appetito e hanno piume grigie, che presto diventeranno bianche, e becco e zampe marroni che poi si coloreranno di arancione. “Li assistiamo con razioni che portiamo ogni giorno anche per i genitori – spiega Maurizio Polli, responsabile delle Gev del Parco Adda Sud – nel giro di un mese si potranno considerare adulti e andranno ad aggiungersi agli esemplari che in questi anni abbiamo allevato e in parte liberato. Adesso abbiamo anche un secondo centro cicogne al Parco Ittico Paradiso a Zelo Buon Persico, con il quale è stata avviata un’utile collaborazione”.
Il Centro del Parco Adda Sud a Castiglione esiste da oltre dieci anni e il numero degli esemplari è sempre cresciuto. “Le cicogne – spiegano le Gev del Parco – sono animali migratori, di colore bianco e nero, con zampe e becco arancio, raggiungono un’altezza di oltre un metro, con un’apertura alare di un metro e mezzo e possono arrivare a pesare fino a 4 chili. Si cibano di piccoli insetti, rane e girini, lucertole, cavallette, topi, lombrichi e uova”.
Sono uccelli migratori che di solito sverna a sud del Sahara, nell’Africa tropicale e meridionale. La presenza di questi uccelli nella Pianura padana è tipica dalla primavera fino all’autunno, mentre per il resto dell’anno svernano nelle aree sahariane, nell’Africa tropicale e in quella meridionale.
Un po’ come succede alle rondini, per le quali il Parco Adda Sud, insieme alla Lipu e all’Università Bicocca di Milano sta studiando i percorsi migratori attraverso dei mini gps applicati alle zampe di alcuni esemplari in mondo da poterne monitorare i movimenti e le rotte. “Secondo la ricerca – spiega Silverio Gori, Presidente del Parco Adda Sud – il numero delle rondini si è praticamente dimezzato, anche perché si è ridotto il numero delle stalle e delle cascine dove tradizionalmente trovavano rifugio per i loro nidi”.
Le cicogne invece, grazie all’attività del Parco Adda Sud, sono tornare a popolare le rive, i campi e la boscaglia lungo l’Adda e nei due centri di Castiglione e Zelo si ha la possibilità di ammirare alcuni esemplari in custodia e altri già liberati che hanno nidificato in cima ad alberi, pali o tetti.