Home Acqua e Territorio Partiti i lavori sull’argine di Cogozzo

Partiti i lavori sull’argine di Cogozzo

410
0
CONDIVIDI

Viadana. Sono iniziati in questi giorni lavori di manutenzione straordinaria alla sponda del Po tra San Martino e Cogozzo: la difesa idraulica era stata compromessa negli anni da frane e smottamenti che avevano interessato anche i terreni retrostanti, assai prossimi all’argine maestro. L’intervento era già in programma, ma il 27 agosto scorso è stato aggiudicato in via d’urgenza. L’importo dell’opera – affidata ad una ditta di Cerese – è di 445mila euro; il cantiere dovrà concludersi nel giro di 100 giorni. Ieri mattina, in municipio, il dirigente Aipo (Agenzia per il Po, competente in materia) Ivano Galvani ha fatto il punto assieme al sindaco Giorgio Penazzi ed agli assessori alla sicurezza Adriano Saccani ed alla protezione civile Carmine Tipaldi. L’area interessata è in prossimità della cosiddetta “curva di regolazione dell’alveo di magra numero 25”, dove la difesa idraulica è garantita da una sponda in massi. Come detto, negli anni piene e corrente del Grande Fiume hanno eroso la riva; e più recentemente il movimento franoso ha interessato anche la via alzaia (il sentiero che corre parallelo al letto del fiume), compromettendone la possibilità di utilizzo da parte dei mezzi e del personale impegnati nel servizio di vigilanza idraulica. Il Comune stesso aveva segnalato all’Aipo la problematicità della situazione. L’Agenzia aveva pertanto messo in programma l’opera.
“Ma – nota Galvani – gli ultimi smottamenti hanno messo una certa fretta, per la necessità di intervenire prima delle piene autunnali». Nonostante le difficoltà finanziarie degli enti pubblici, le risorse sono state dunque trovate, e l’opera avviata d’urgenza. Gazzetta di Mantova a firma r.n.