Home Buone Notizie Puliamo il mondo, 26-27 settembre 2020

Puliamo il mondo, 26-27 settembre 2020

210
0
CONDIVIDI

Un fine settimana di fervida attività è quello che ci aspetta. Questo grazie alla proposta di Puliamo il mondo, l’edizione italiana del Clean up the World tra le maggiori campagne di volontariato ambientale nel mondo. La prima edizione risale a parecchi anni fa: è il 1989 in Australia il costruttore e velista Ian Kiernan propone il Clean up Sydney Harbour Day. L’iniziativa raccoglie un grande successo. L’anno seguente l’invito è esteso a tutta la nazione grazie alla collaborazione tra Clean up Australia e Unep, United Nations Environment Programme. Nel 1993 nasce il Clean up the World e la campagna arriva anche in Italia grazie all’attività di Legambiente. 

Una lunga storia che si rinnova anche in questo 2020 così particolare, dove l’emergenza sanitaria ancora in corso attenua forse l’attenzione verso una problematica forte e diffusa, quella dei rifiuti abbandonati, ma chissà, meno impattante sulla nostra quotidianità. Eppure non esiste strada senza cartaccia, neppure i giardinetti dei bambini sono esenti dal problema, senza parlare di mari, laghi e fiumi che sono zeppi di plastica di tutti i tipi e dimensioni.

Ben vengano dunque iniziative volte a sensibilizzare ponendo un’attenzione maggiore ai nostri comportamenti. Sul sito di Puliamo il mondo è possibile visualizzare le proposte attivate divise per regioni. Per il Piemonte segnaliamo due momenti che vedono in primo piano il fiume Po, soggetto sicuramente bisognoso di maggior attenzione e cura.

A Torino si parte sabato 26 ai Murazzi: raccolta di mozziconi sulle sponde e pulizia del fiume con gommone oltre a prove con kajak. Momento organizzato dal Circolo Metropolitano di Torino.

Domenica gli appuntamenti sono due ma andiamo in ordine di corrente: il primo sarà alle 14.30 in piazza Sant’Agostino a Carmagnola. Poi ci si dividerà tra la Riserva naturale dell’Oasi del Po Morto e della Riserva naturale della confluenza del Maira nel Po. Quest’ultima purtroppo è stata interessata da un importante inquinamento di liquami bovini che a causa di un incidente si sono riversati nel Rio pascolo delle Oche, incidente avvenuto venerdì scorso, 18 settembre.

L’iniziativa è organizzata dal Circolo Il Platano di Legambiente, in collaborazione con le GIAV (Guardie Ittico Ambientali Volontarie) e con l’Ente di gestione delle Aree protette del Po torinese.

Il secondo appuntamento sarà a Chivasso alle 8.30 del mattino nel parcheggio dell’Orco Beach, in strada Torino 167. Si puliranno gli argini di Orco e Po nella Riserva naturale della Confluenza dell’Orco e del Malone. L’iniziativa è organizzata dal Circolo Legambiente di Settimo Torinese, di cui fa parte il gruppo Legambiente di Chivasso, in collaborazione con il Comune di Chivasso e varie associazioni locali.