Home Acqua e Territorio Ricomincia a salire l’acqua nel Po. Vigilanza a Crescentino (VC). I livelli...

Ricomincia a salire l’acqua nel Po. Vigilanza a Crescentino (VC). I livelli idrometrici del fiume di oggi, mercoledì 8 novembre

430
0
CONDIVIDI

“Il livello del fiume Po è salito di oltre mezzo metro in sole ventiquattro ore per effetto delle intense precipitazioni che hanno determinato anche una decisa inversione di tendenza per i grandi laghi praticamente svuotati per effetto della grave siccità”. “Le precipitazioni, però – sottolinea la Coldiretti – per poter essere assorbite dal terreno devono cadere in modo continuo e non violento, mentre gli acquazzoni aggravano i danni provocati dagli allagamenti con frane e smottamenti come purtroppo è avvenuto in molte regioni.” L’aumento dei livelli idrometrici del fiume, salutato con piacere in tutte le regioni del suo corso, porta comunque problemi di cui ci eravamo già dimenticati.

A Crescentino, in provincia di Vercelli, sono bastati due giorni di pioggia per evocare la paura della piena e il municipio ha inviato una lettera ai residenti nelle zone di esondazione del Po. “Con l’arrivo della stagione delle piogge autunnali – si legge nella comunicazione – si ricorda che la Protezione Civile, Polizia Locale, Cri, Carabinieri ed ufficio tecnico comunale saranno a disposizione della cittadinanza e sorveglieranno costantemente l’andamento del fiume Po”. Nella nota viene anche richiesta la collaborazione dei cittadini per segnalare eventuali problemi come chiaviche ostruite, tane di animali nell’argine ed altre situazione che possano aumentare i rischi connessi alle piene. In caso di emergenza la popolazione sarà avvisata da pattuglie di passaggio con altoparlanti.  “Noi sorvegliamo il livello, voi segnalate i problemi” dice, in pratica, il comune di Crescentino.

 

Livelli idrometrici del fiume Po dell’8/11/2017

Nella tabella sono indicati: la stazione di rilevamento e l’Ente che effettua il rilevamento. Segue il valore dello zero idrometrico relativo alla stazione di riferimento. Seguono poi i tre valori (soglia di massima attenzione, soglia massima di preallarme e soglia massima di allarme) dei livelli di attenzione. La quinta colonna esprime il valore dell’ultimo rilevamento, a cui fa seguito la data del rilevamento stesso e l’ora in cui è stato effettuato. Le frecce, infine, esprimono la tendenza del livello nelle prossime ore. La colonna degli enti è attiva e cliccando le singole sigle è possibile collegarsi agli enti di riferimento.

Carignano ARPAP 221.65 3.10 3.70 5.20 1.11 08/11 13:00  
Torino Murazzi ARPAP 209.71 2.90 3.50 4.70 0.27 08/11 13:00  
San Sebastiano ARPAP 164.79 3.30 4.40 5.90 1.16 08/11 13:00  
Crescentino AIPO 145.82 3.60 4.00 5.00 0.92 08/11 13:00  
Casale Monferrato ARPAP 107.58 -0.40 0.50 1.80 -3.68 08/11 13:00  
Ponte Valenza ARPAP 84.74 2.70 3.30 4.80 -0.73 08/11 13:00  
Isola S.Antonio ARPAP 68.18 5.50 6.50 8.00 0.67 08/11 13:00  
Ponte Becca AIPO 55.17 3.50 4.50 5.50 -2.65 08/11 13:00  
Spessa Po ARPALO 52.09 4.50 5.50 6.50 -1.54 08/11 13:20  
Piacenza IDRODG 41.88 5.00 6.00 7.00 0.02 08/11 13:30  
Cremona ARPALO 34.25 2.20 3.20 4.20 -6.17 08/11 13:20  
Casalmaggiore AIPO 23.21 3.60 4.60 5.60 -2.74 08/11 13:20  
Boretto IDRODG 19.90 4.50 5.50 6.50 -1.34 08/11 13:30  
Borgoforte ARPALO 14.55 5.00 6.00 7.00 -0.58 08/11 13:20  
Sermide ARPALO 5.61 7.00 8.00 9.00 1.65 08/11 13:20  
Pontelagoscuro IDRODG 8.12 0.50 1.30 2.50 -4.99 08/11 13:30  
Cavanella SIAP AIPO -0.13 3.20 3.70 4.60 0.61 08/11 13:30  
Ariano IDRODG 1.76 1.70 2.10 3.20 -0.93 08/11 13:30