Home in Vetrina Sospesa la navigazione nel tratto mantovano

Sospesa la navigazione nel tratto mantovano

317
0
CONDIVIDI

Il livello del fiume scende a vista d’occhio. Oggi è sprofondato ad oltre tre metri e 20 sotto lo zero a Borgoforte con solo 330 metri cubi al secondo: neanche la  metà della media  stagionale. La navigazione fluviale è stata sospesa nell’asta del Po per quanto riguarda il tratto mantovano: fra Bonizzo e Melara, il fondale avrebbe infatti raggiunto la profondità massima di soli 60 centimetri.
Enormi problemi vengono anche dalla lotta all’insabbiamento per garantire i prelievi necessari all’agricoltura. Tra i maggiori costi dell’energia elettrica impiegata per sollevare l’acqua da un livello sempre più basso e la continua lotta per dragare le pompe sommerse (come nel caso di Boretto), i Consorzi si trovano in questi giorni ad affrontare una durissima emergenza.
E in tema di emergenze si deve considerare che quando comincerà a piovere, se dovesse piovere in modo eccezionale e se conseguentemente il Po dovesse salire di molto, gli impianti danneggiati dal terremoto dei mesi scorsi non potranno entrare in funzione. Per la soluzione di questo problema non c’è tempo da perdere: anche se adesso c’è un sole africano presto il tempo cambierà e una piena autunnale in queste condizioni sarebbe un vero disastro per il territorio.