Home Acqua e Territorio Rischio idrogeologico: 15 milioni per le sponde del Po mantovano

Rischio idrogeologico: 15 milioni per le sponde del Po mantovano

1236
0
CONDIVIDI
manutenzione degli argini - foto di repertorio

Milano 17 settembre – Sette interventi di difesa del suolo per un costo totale di 45 milioni di euro: e’ quanto prevede una delibera approvata oggi dalla Giunta regionale della Lombardia, su proposta dell’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni, che approva e stanzia i fondi necessari a operare su altrettante situazioni a rischio del territorio lombardo, collegate in particolare ai nodi idraulici di Mantova (fiume Po), Brescia e Milano.

15 milioni di euro sono destinati all’Agenzia Interregionale del Po (Aipo) per adeguare alle quote Simpo 82 (cioe’ al livello di sicurezza delle arginature ottenuto aumentando mediamente del 10% le portate al colmo della piena del 1951) il tratto di argine maestro del grande fiume da Viadana a Ostiglia (riva sinistra) e da Suzzara a Sermide (riva destra). Verranno altresì verificate e adeguate le sagome arginali per garantire una maggiore efficacia in caso di piena. Comunicato Regione Lombardia