Home Cattive Notizie Limitazioni di carico sul Ponte Verdi

Limitazioni di carico sul Ponte Verdi

99
0
CONDIVIDI

La Provincia di Parma ha emesso una ordinanza stradale, con la quale ha disposto il transito vietato ai veicoli aventi una massa superiore a 3,5 tonnellate dalle ore 10 di ieri (giovedì 3 ottobre) fino a nuovo ordine, nell’ambito dei lavori di risanamento conservativo del ponte Giuseppe Verdi sul fiume Po in località Roccabianca (Parma) – San Daniele Po sulla SP 10 di Cremona dal km 1+500 al km 2+680, per effettuare i lavori di ripristino di una trave danneggiata ed eseguire ulteriori indagini sul manufatto stradale.

Pertanto la Provincia di Cremona, considerato che è necessario estendere la validità della limitazione della sopracitata ordinanza al tratto di manufatto di competenza, ha disposto il divieto di transito ai veicoli aventi una massa superiore a 3,5 tonnellate. lungo la SP 33 Seniga – Isola Pescaroli, nel tratto di ponte Giuseppe Verdi sul fiume Po, dal km 23+160 al km 24+591, dalle ore 10 di domani fino a nuova disposizione della Provincia di Parma.

Sono esclusi i mezzi d’opera della ditta esecutrice dei lavori e delle indagini. I veicoli aventi una massa superiore a 3,5 tonnellate diretti alle località Polesine, Zibello, Roccabianca, Sissa – Trecasali e San Secondo Parmense dovranno utilizzare come percorso alternativo la strada provinciale SP87 Giuseppina e la SPEXSS343 Asolana in territorio della Provincia di Cremona, indi proseguire lungo la SP343 in direzione Colorno, la SP9 in direzione Torrile, la SP43 in direzione Trecasali, la Strada Comunale Via F. de André, la SP8 e Via Torta in direzione S. Secondo Parmense, giunti alla rotatoria con la SP 10 proseguire in direzione S. Secondo Parmense lungo la stessa SP 10, la Via Enrico Berlinguer e alla rotatoria con la SP 10 proseguire fino alla località Ragazzola. In senso contrario dovranno procedere i veicoli provenienti dalla località Ragazzola, S. Secondo Parmense e Parma e diretti a San Daniele Po e Cremona.

La Provincia di Cremona, inoltre, sfrutterà la particolare condizione determinatasi a seguito della limitazione disposta dalla Provincia di Parma ed il conseguente abbattimento dei flussi di traffico, per fare eseguire delle operazioni di ripristino sui giunti di pavimentazione del viadotto mediante chiusura totale al traffico notturna (21-6) del ponte a partire dalle 21 del 7 ottobre per un totale di 3 notti (a meno di slittamenti dovuti a condizioni meteorologiche avverse).