Home Arte, Cultura, Spettacoli Terracqueo a Canda (RO) alla ricerca della tradizione

Terracqueo a Canda (RO) alla ricerca della tradizione

375
0
CONDIVIDI

terraqueo--vCanda (Ro) – Un viaggio dentro la cultura polesana alla riscoperta delle proprie tradizioni culturali e musicali. Tutto questo è la prima edizione di Terracqueo, il festival che coniuga musica fotografia e teatro, che si terrà il 4 e il 5 luglio presso il parco di villa Nani Mocenigo a Canda.
Il Festival sarà inaugurato, alle ore 18 di sabato 4 luglio, con la rappresentazione teatrale “Il mito di Fetonte” che vedrà la partecipazione dell’attore badiese Emilio Milani, che dal 2009, si occupa di teatro sociale ed educativo presso il gruppo “Johnatan Livingston” dell’istituto Primo Levi di Badia Polesine e nel progetto “Scuola delle Arti” dell’Istituto comprensivo di Fiesso Umbertiano. Ad accompagnarlo musicalmente vi sarà Umberto Gallani, giovane musicista di Lgnago che si esibirà suonando l’hang, strumento nato in Svizzera e formato da un disco percussivo in metallo.
A seguire si terranno le presentazioni della mostra fotografica “Profumo di fieno” realizzata da Lino Bottaro, reporter padovano, che avvalendosi di foto realizzate negli anni’70 ha voluto dare uno sguardo al periodo di massima trasformazione dell’agricoltura veneta, e del documentario “Il fiume Po” realizzato dal regista Nicola Fedrigoni.
Successivamente lo storico Paolo Sicchiero parlerà della trasformazione idrogeomorfologica della sua città natale Fratta Polesine in “Fratta. crocevia di corsi d’acqua e civiltà”, mentre alle ore 19.45, presso il giardino di villa Bettini vi sarà l’apericena accompagnato dal flauto della giovane musicista rodigina Marianna Tognin, che annovera fra le sue collaborazioni quella con l’orchestra giovanile del conservatorio Venezze e quella, tuttora in corso con l’orchestra “Eroica” di Rovigo.
Alle ore 21, la giornata si concluderà con il concerto dei Calicanto, uno dei gruppi più popolari di musica folk sulla scena europea, che ha sempre distino la sua proposta artistica con studi etnomusicali sul territorio veneto.
Il 5 luglio si aprirà alle 17.30 con lo spettacolo musicale della scuola materna “Maria Immacolata”, tratto dalla fiaba “Jack e il fagiolo magico”. Lo spettacolo arriva come punto finale del progetto “Musica, musica musica” promosso dal comitato di gestione della biblioteca di Canda, assieme al corpo docenti, che aveva lo scopo di di educare musicalmente i piccoli alunni.
Alle 18.30, invece si terrà il concerto dei Camerafolk, trio di musicisti provenienti sia da diverse esperienze muicali che da differenti province venete. La musica proposta dal gruppo sarà ancorata alla tradizione veneta, con incursioni nelle musiche folkloristiche emiliane, romagnole, occitane e nei vecchi balli di coppia.
Alle 19.45, ritorna nuovamente l’apericena che questa volta vedrà l’accompagnamento del saxofonista rodigino Gabriele Andreotti, che attualmtene dirige il collettivo “Euterpe” nei comuni di Canda, Castelguglielmo e San Bellino.
Alle 21 il festival si concluderà con lo spettacolo teatrale della compagnia “Teatro dei pazzi”, che proporrà la piece comica “Le Betoneghe” che tratterà di tre amiche alle prese con le situazioni della vita quotidinana.
La prima edizione di “Terracqueo” è organizzata ed ideata dal comitato di gestione della biblioteca “Brandolese” in collaborazione con le associazioni culturali Ruscoletti e Soto le Tiglie.
Comunicato a cura degli organizzatori