Home Cattive Notizie Il fiume restituisce il corpo di Luciano Bombarda

Il fiume restituisce il corpo di Luciano Bombarda

875
0
CONDIVIDI

di Silvia Casotti

Il dolore di quasi un mese di incertezza ed incredulità non si appanna neppure ora che il corpo di Luciano Bombarda è stato restituito dal Fiume alle ultime cure dei suoi cari.
È stato il titolare del pub “L’Ancora” di Ficarolo a notare ieri mattina, nei pressi dell’imbarcadero, una giacca a vento rossa affiorare dall’acqua.
Sembra quasi uno scherzo crudele, a fronte delle ricerche spasmodiche condotte dal giorno della scomparsa del commerciante 56enne, lunedì 17 dicembre. Luciano era lì, non lontano da casa, vicino ai luoghi che aveva amato, accolto da quell’“amico” affascinante ed insidioso al quale aveva dedicato tanta energia, come presidente dell’associazione culturale Il Fiume.
Avevo conosciuto Luciano quasi di sfuggita, tramite il fratello Antonio, e ricordo di lui gli occhi buoni, il sorriso un po’ ironico, un po’ malinconico, la battuta rapida, ma anche l’impegno nei confronti dei deboli, quotidiano, nelle piccole cose, ed anche a fianco di importanti associazioni, tanto da essere, fra l’altro, membro del direttivo provinciale di Emergency.
Si è avviato in silenzio, forse incapace di reggere sulle spalle i mali del mondo; una possibile depressione non manifestata e il rimorso di non aver capito, di non aver fermato quel proposito vibrano colpi nell’aria nebbiosa, ma io voglio ricordarlo con il sorriso di sempre, quello che ha lasciato a chi, anche per una breve parentesi, ha sfiorato il suo cammino.

Luciano Bombarda (a destra) con Paolo Rumiz