Home Acqua e Territorio Parco Adda Sud: nelle oasi lungo il fiume il Ferragosto anti crisi

Parco Adda Sud: nelle oasi lungo il fiume il Ferragosto anti crisi

1626
0
CONDIVIDI

Un Ferragosto anti crisi nelle oasi lungo il fiume. Una vacanza a costo zero in mezzo alla Natura andando alla scoperta di sentieri, boschi, lanche, piante e fiori. “Abbiamo centinaia di sentieri, 24 mila ettari di Parco fra Lodi e Cremona, due centri per le cicogne e una decina di spiagge e ghiaioni dove si può andare gratis e sono una buona alternativa a restare chiusi in casa a guardare la tv” spiega Silverio Gori, Presidente del Parco Adda Sud.

L’area protetta offre zone di particolare pregio ambientale come la Lanca di Comazzo (a Comazzo, Merlino e Rivolta), il Bosco e la Garzaia del Mortone e la Garzaia di Cascina del Pioppo a Zelo Buon Persico, le spiagge fluviali di Boffalora (fra Boffalora, Galgagnano, Spino D’Adda e Zelo), la Lanca di Soltarico (fra Cavenago, Corte Palasio e San Martino in Strada), la Zerbaglia (fra Cavenago, Credera Rubbiano e Turano Lodigiano), la Morta di Bertonico, l’Adda Morta (fra Camairago, Castiglione e Formigara), il Bosco Valentino (fra Camairago e Cavacurta) e la Morta di Pizzighettone.

“La nostra rete di percorsi naturalistici che si possono percorrere anche in bicicletta – spiega ancora Gori – è parte integrante delle green ways lombarde grazie alla quale si possono organizzare anche percorsi interprovinciali che potenzialmente vanno dal Mantovano al lago di Lecco, dal Lodigiano alla Bergamasca, dal Cremonese a Milano. Abbiamo un sistema integrato di ciclabili che può essere sfruttato per organizzare delle vere e proprie escursioni lunghe ma anche trekking a piedi più o meno impegnativi”.

Il vantaggio – spiega il Parco Adda Sud – è che è tutto gratuito: nessun costo per parcheggiare nelle aree di sosta autorizzate (la mappa si trova sul sito del Parco Adda Sud) e nessun tipo di spesa per l’ingresso nei sentieri. All’interno dell’area protetta esistono poi delle realtà private come il Parco della Preistoria di Rivolta, il Parco Ittico Paradiso di Zelo o il Boscone di Maccastorna dove invece si paga l’ingresso.

“Per raggiungere le principali oasi del Parco – conclude il Presidente Gori – serve al massimo un’ora di auto da Milano a meno di mezz’ora da Lodi e Cremona. Credo che l’Adda Sud possa rappresentare una risorsa non solo per Ferragosto, ma per tutto l’anno. Come dimostrano anche le attività educative che, ad esempio facciamo con le scuole. Infatti negli ultimi cinque anni abbiamo anche organizzato iniziative con le scuole di Lodi e Cremona che hanno coinvolto oltre diecimila bambini”.