Home Cremona Provincia di Cremona, Contratto di Fiume: altro passo avanti per concretizzarlo

Provincia di Cremona, Contratto di Fiume: altro passo avanti per concretizzarlo

859
0
CONDIVIDI

“Un passaggio fondamentale nella prosecuzione dell’attività propedeutica alla realizzazione del Contratto di Fiume, strumento volontario di programmazione strategica e negoziata, basato su processi partecipativi dal basso, che persegue la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia del rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo economico, turistico e culturale”.  Con queste parole, l’Assessore all’Area Vasta Andrea Virgilio descrive il risultato dell’incontro informativo sul Contratto di Fiume, tenutosi a Stagno Lombardo, e promosso dal Comune di Cremona (Settore Area Omogenea e Ambiente) in stretta collaborazione con Alessio Picarelli, dirigente del Settore Gestione delle Risorse Idriche dell’Autorità di Bacino del fiume Po. Un incontro che ha visto il coinvolgimento e la partecipazione dei rappresentanti dei Comuni dell’Asta media del Po, del PLIS del Po e del Morbasco (Parco Locale di Interesse Sovracomunale) e di quelli aderenti al Protocollo d’intesa per la valorizzazione strategica dei territori dell’Asta Fluviale del Po tenutosi a Stagno Lombardo (Bonemerse, Casalmaggiore, Castelverde, Crotta d’Adda, Gerre de’ Caprioli, Gussola, Martignano Po, Torricella del Pizzo, Motta Baluffi, Pieve d’Olmi, San Daniele, Sesto ed Uniti, Spinadesco, Stagno Lombardo, Piacenza, Provincia di Lodi). Welfare Cremona Network