Home Cattive Notizie Rubati 14 motori al circolo Amici del Lago di Curtatone

Rubati 14 motori al circolo Amici del Lago di Curtatone

1125
0
CONDIVIDI

 

Ancora un furto di motori al circolo Amici del Lago di via Pilla a Curtatone. Era successo cinque anni fa, poi di nuovo quattro mesi fa, quando erano spariti nove motori e ora ancora un colpo. Il più grosso di tutti: ben quattordici quattro tempi soffiati in una notte da altrettante imbarcazioni ormeggiate. Bottino superiore ai 30mila euro.

Il fatto è successo la settimana scorsa, anche se ve ne diamo notizia soltanto adesso, martedì notte fra le due e mezza e le tre e mezza. A testimoniarlo ci sono anche le diciotto telecamere del sistema di sorveglianza che hanno ripreso qualche movimento della gang, un Suv che si allontana, il buio e la nebbia interrotti dalle torce elettriche tenute in mano da quattro persone. I malviventi sono arrivati davanti al circolo con un piccolo fuoristrada, probabilmente una Dacia Duster nera, come si vede nelle immagini del sistema video. Hanno abbattuto la palizzata vicino all’ingresso del circolo, trainandola con una corda fissata al gancio dell’automobile.

Dopodiché sono entrati. Hanno impiegato almeno un’ora a smontare, uno ad uno, tutti i motori quattro tempi montati sulle barche dei pescatori, degli iscritti al circolo, tra cui i Barcaioli del Mincio, che accompagnano i turisti in escursioni sui laghi.

Hanno caricato il tutto sull’auto (forse avevano anche un altro mezzo) e si sono allontanati.

La scoperta del furto è stata fatta mercoledì poco dopo mezzogiorno dal responsabile degli Amici del Lago, Lorenzo Recusani, il quale, rassegnato, alza le braccia di fronte alle continue scorribande: «È il terzo furto in poco tempo. Basta, non sappiamo più come difenderci. Abbiamo ben diciotto telecamere, ma sono solo un minimo deterrente. Cos’altro si potrebbe fare?».

È stata allertata la polizia e una squadra delle Volanti è corsa sul posto per sopralluogo e rilievi. Dei malviventi, per ora, nessuna traccia. I motori, probabilmente, prenderanno la via dell’Est Europa.