Home Acqua e Territorio Sopralluogo per la sicurezza dei fiumi nel territorio modenese

Sopralluogo per la sicurezza dei fiumi nel territorio modenese

609
0
CONDIVIDI

di Gian Luigi Casalgrandi

Sopralluogo in questi giorni del sindaco Gian Carlo Muzzarelli su Secchia e Panaro per capire lo stato di avanzamento degli interventi programmati sulle arginature e finanziate con i fondi per la messa in sicurezza del nodo idraulico dei due fiumi modenesi dopo l’alluvione del gennaio 2014. Muzzarelli ha voluto verificare di persona lo stato di avanzamento dei singoli cantieri ed ha auspicato un’accelerata anche per l’appalto delle opere. Sono già stati programmati 60 milioni d’interventi sulle arginature di Secchia e Panaro, altri 28 milioni saranno stanziati a breve. E sempre sul tema della sicurezza del territorio, il sindaco di Modena ha inviato una lettera al ministro delle infrastrutture Graziano Delrio, a Stefano Bonaccini presidente della giunta regionale E.R. ed all’assessore regionale Raffaele Donnini per segnalare la grave situazione in cui versa la viabilità provinciale a causa della rapida attivazione di dissesti idrogeologici. E’ stato ripetuto più volte dagli esperti che è impossibile fermare la naturale modificazione del suolo, così come capita per i terremoti, la terra si muove e si assesta; sono le costruzioni e le infrastrutture costruite dall’uomo che devono rispettare gli standard di sicurezza. Tra le cause del dissesto idro-geologico una in particolare è da attribuire all’abbandono della montagna e della collina da parte degli agricoltori che ha lasciato diverse aree private delle alberature in balia dall’erosione un tempo contrastata dall’intervento dell’uomo con argini, scoline e canali. Spesso, anche per la costruzione delle strade, sono stati creati pericolosi tagli alle pareti scoscese, che franano in caso di forti piogge. Stante la situazione precaria che si è creata in questi ultimi decenni, l’unica opera di contrasto è il monitoraggio del territorio e la sua messa in sicurezza con la costruzione di opere supportate da adeguati stanziamenti di fondi.