Home ... ma Anche Un rito religioso per i navigatori fluviali ferraresi – lettera al giornale

Un rito religioso per i navigatori fluviali ferraresi – lettera al giornale

848
0
CONDIVIDI
Firenze, campanile di Giotto, particolare

 

Firenze, campanile di Giotto, particolare

San Nicolò vescovo era il protettore, come di moltissime corporazioni di naviganti dall’Europa del nord al Mediterraneo, così anche dell’antica Arte dei Paroni di Ferrara, cioè di coloro che esercitavano il commercio sulle acque fluviali. Essi avevano un proprio oratorio dedicato al Santo fuori Porta Paola, vicino all’antico porto padano di San Paolo non più esistente.

Per iniziativa di un’associazione sportiva ed escursionistica ferrarese, che di quell’attività di navigazione si considera idealmente erede e continuatrice, si dirà una messa nel giorno della festa del Santo (venerdì 6 dicembre) alle ore 17,30 nella chiesa di San Giovanni Battista a Ferrara (Corso Porta Mare, angolo via Montebello). Celebrerà don Enrico Peverada nella forma straordinaria del rito romano (messale del Beato Giovanni XXIII).

Sono invitati tutti i fedeli, e in modo speciale quelli che praticano il canottaggio, la pesca e qualunque altra forma di navigazione fluviale e marittima.

Antonio Antonioni