Home Emilia Romagna Villaggi autentici del Po emiliano nella rete europea ‘Adrionet’

Villaggi autentici del Po emiliano nella rete europea ‘Adrionet’

262
0
CONDIVIDI

Si svolge martedì 10 e mercoledì 11 gennaio l’evento conclusivo del progetto europeo Adrionet, di cui è capofila e ideatrice la Regione Emilia-Romagna e che ha coinvolto soggetti di sette Paesi dell’area adriatica (Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Albania, Serbia, Grecia).

Il progetto, finanziato dal programma Adrion, è durato complessivamente tre anni e ha coinvolto sui vari territori oltre una trentina di piccoli borghi autentici, spesso situati in luoghi straordinariamente belli (tra cui bacini fluviali, montagne, colline, aree periferiche rurali o marginali), in alcuni casi a rischio di spopolamento e abbandono.

Nel territorio regionale, sono stati coinvolti i Comuni sull’asta del Po di: Calendasco, Caorso, Castelvetro Piacentino, Monticelli d’Ongina e Villanova sull’Arda (in provincia di Piacenza); Colorno, Polesine/Zibello e Roccabianca (Parma); Boretto e Luzzara (Reggio Emilia).

Il principale obiettivo del progetto è stato la creazione di una rete transnazionale di “villaggi autentici”, volto a promuovere la conservazione dei beni naturali e culturali e perseguendo uno sviluppo basato sulla sostenibilità sociale, ambientale ed economica, ponendo al centro la qualità della vita e il benessere delle popolazioni locali. Il lavoro ha coinvolto i Comuni in un percorso finalizzato all’adozione del concetto innovativo di “comunità ospitale“ in cui una comunità stessa assume il ruolo di motore dello sviluppo locale e di organizzatore, intorno alle sue risorse e valori, di una accoglienza diffusa. L’elenco delle comunità coinvolte è visitabile sul sito www.authenticvillages.com, creato all’interno del progetto stesso.

Oltre a dare vita alla rete di cooperazione, ogni singolo territorio ha scelto – dopo una serie di incontri con gli stakeholder locali – di sviluppare specifiche azioni di sviluppo. Per i borghi emiliani coinvolti, il risultato principale è stata la redazione di un comune Masterplan Turistico, che verrà utilizzato nei vari territori per impostare future strategie di valorizzazione congiunta del turismo fluviale.

A chiusura del progetto, è in programma nella mattina di martedì 10 gennaio, nella sede della Regione Emilia-Romagna, un convegno aperto a tutti (e partecipato da tutti i partner) in cui verranno sottolineati – anche grazie alla presenza di diversi esperti – i principali risultati ottenuti, nonché le prospettive di sviluppo del network costituito, che ha tutte le carte in regola per prosperare anche a progetto concluso, magari coinvolgendo ulteriori comunità.

Nella giornata seguente, sempre con l’organizzazione della Regione Emilia-Romagna, i partner verranno coinvolti in un educational tour nei territori del Po emiliano coinvolti da Adrionet, alla scoperta di alcune fra le principali eccellenze culturali, ambientali, storiche, artistiche ed enogastronomiche, a contatto con i vari amministratori e i principali stakeholder dei territori stessi.

Nella foto, un gruppo di bikers sulla riva del Po emiliano