Home Acqua e Territorio Vogliono cercare petrolio e gas nel Parco del Delta del Po e...

Vogliono cercare petrolio e gas nel Parco del Delta del Po e nella pineta di Classe

722
0
CONDIVIDI

di Maria Ferdinanda Piva

Vogliono cercare petrolio e gas nel Parco del Delta del Po. Non di fianco: proprio dentro. Perfino nella pineta di Classe cui Dante riservò una citazione nella Divina Commedia accostandola al Giardino dell’Eden e che, oltre a far parte del Parco, è classificata dall’Unione Europea come Sito di interesse comunitario e Zona di protezione speciale.

L’istanza di permesso di ricerca figura sull’ultimo numero del Bollettino idrocarburi pubblicato dalla Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche del ministero per lo Sviluppo Economico.

Ok, fra chiedere di cercare gli idrocarburi ed estrarli per davvero ce ne corre. Ma in un Paese civile non dovrebbe neanche essere concesso ai petrolieri (e a tutto ciò che è industria e inquinamento) di posare gli occhi su zone di così alto valore naturale.

Vi mostro per prima cosa la cartina ufficiale che mi ha lasciato a bocca aperta. Mostra sia i confini del Parco sia i confini dell’area oggetto della richiesta.

ricerca idrocarburi nel parco del delta del po

Clic sull’immagine per accedere all’originale navigabile sul sito della Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche.  Il Parco Regionale del Delta del Po è in verde (perchè si evidenzi è necessario ingrandire la mappa ministeriale); l’area in cui si vorrebbero cercare idrocarburi – in buona parte ad esso sovrapposta – è in giallino.

La richiesta di permesso di ricerca è a pagina 7 dell’ultimo numero del Bollettino Idrocarburi. Si chiama Castiglione di Cervia (il link porta alla sezione ad essa dedicata sul sito della Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche) e fa capo alla Exploenergy, la stessa società che vorrebbe trivellare nelle province di Modena, Ferrara e Brescia alla ricerca di shale gas, il gas intrappolato nelle rocce che si estrae con il fracking, una tecnica devastante dal punto di vista ambientale.

Cosa volete che vi dica sul Parco Regionale del Delta del Po? E’ un luogo stupendo dove acqua e terra si mischiano e si compenetrano. La pineta di Classe che ne fa parte, poi, è situata attorno all’omonima località (il Lido di Classe è alcuni chilometri più a Sud Est) e, oltre a far parte del Parco, è un Sic-Zps europeo.

E’ formata da alberi secolari e fa capolino nel canto XXVIII del Purgatorio: Dante è nel Giardino dell’Eden (nientemeno), un luogo incantevole dove spira un vento dolce “tal qual di ramo in ramo si raccoglie per la pineta in su ’l lito di Chiassi, quand’ Ëolo scilocco fuor discioglie”.

Ebbene, lì vorrebbero cercare idrocarburi perchè – evidentemente – pensano di trovarli e desiderano estrarli. Sentitevi liberi di commentare.