Home Cattive Notizie Zelo (LO), assalto vandali al Parco Adda Sud: devastati orto disabili e...

Zelo (LO), assalto vandali al Parco Adda Sud: devastati orto disabili e casa degli insetti

522
0
CONDIVIDI

Il Presidente Silverio Gori: “Una vergogna, c’è sempre qualche idiota che distrugge le cose belle”
Assalto dei vandali al centro di Villa Pompeiana del Parco Adda Sud: distrutto l’orto curato dai ragazzi disabili, demolita la casa degli insetti per la difesa della biodiversità e spaccati i vetri della chiesetta di San Michele che ospita il museo naturale del Parco. La devastazione è stata scoperta in questi giorni dalle Guardie ecologiche e dai volontari dell’associazione “Asino Fenice” che gestisce i due spazi. “Hanno strappato le strutture in legno e le hanno bruciate. Poi tutto intorno hanno lasciato bottiglie di birra, vodka e liquori. Hanno demolito tutto, compreso l’orto curato dai nostri ragazzi disabili – spiega Clara Bacchini, una delle volontarie di Asino Fenice . era già successo in passato che ci fosse qualche danno, ma non abbiamo mai avuto una devastazione di queste dimensioni”.
La casa degli insetti, chiamata anche “Bagohotel” era una struttura in legno, mattoni e coppi che serviva da rifugio a bombi, libellule, maggiolini, lucciole, coccinelle, api, ragnetto e qualche lucertola e aveva lo scopo di aumentare la biodiversità dell’area. L’orto, su un terreno di 8 metri per 4, era stato coltivato durante la primavera e l’estate da un gruppetto di ragazzi disabili con benefici dal punto di vista motorio e psichico. Erano rimaste zucche e insalate, in attesa della sistemazione autunnale e della riapertura dei corsi di ortoterapia. “Questo è l’orto dei ragazzi, non gli abbiamo ancora detto cosa è successo, ma è chiaro che saranno dispiaciuti – spiega la Bacchini – certo che anche noi siamo scoraggiati. Dopo tanto lavoro, arriva qualcuno e in una notte distrugge tutto. Non è giusto”.
I vandali se la sono presa anche con la chiesetta di San Michele che ospita in Centro Parco e dove periodicamente si trovano vetri rotti e graffiti fatti per dispetto perché all’interno non riescono a entrare grazie alle grate in ferro alle finestre. “Il danno è pesante – ammette Silverio Gori, Presidente del Parco Adda Sud – è una situazione vergognosa: si cerca di fare delle cose belle e poi arriva qualche idiota che devasta tutto. Stiamo valutando di organizzare un sistema di videosorveglianza. Purtroppo sembra che non ci siano limiti al livello di inciviltà che qualcuno riesce a raggiungere. Mi domando se a casa si comportino in questa maniera”.